Posts From luglio 2012

Libertà in Iran e la questione sudanese

Ultimamente mi sono occupato di vari argomenti all’ordine del giorno in Europa, fra cui quella delle libertà civili in Iran (dove la sharia, o legge coranica, è attiva) e della questione del Sudan. Sotto troverete un mio intervento a riguardo della difficile situazione sudanese. Per quanto riguarda l’Iran vi rimando alla sezione comunicati stampa perchè mi pareva fosse necessario denunciare un caso eclatante ed indegno di un paese civile: scopritelo!
[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=d7T6VDjnQzc&w=420&h=315]

Iraniani condannati a morte per aver bevuto alcool

Fiorello Provera, Vicepresidente della Commissione Affari Esteri del Parlamento europeo, ha interrogato l’Alto Rappresentante Ashton sulla condanna a morte di due iraniani per aver bevuto alcolici. La sentenza verrá eseguita a breve, visto che il procuratore generale della provincia di Khorasan Razavi ha annunciato che i funzionari stanno lavorando ai preparativi per eseguire l’ordine di esecuzione.

Fiorello Provera ha dichiarato: “La condanna a morte di due persone per aver consumato alcolici dimostra tutto il disprezzo del sistema giudiziario iraniano per la vita umana. Mi appello all’Unione europea affinché usi tutti i sui mezzi a disposizione per sospendere la sentenza di morte e perché l’Iran attui la moratoria sulle esecuzioni capitali come richiesto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite”

Nella Repubblica islamica dell’Iran il consumo di alcol è considerato un crimine contro Dio o hadd e comporta una condanna a morte obbligatoria. I condannati una volta sola ricevono 80 frustate, ma in caso di condanna per la terza volta, la condanna a morte é obbligatoria. Questo è previsto nel codice penale iraniano. Questa norma repressiva non ha impedito il grave e crescente problema di alcolismo in Iran.